150mila euro di manutenzioni: migliorano le scuole

 

scuola primaria Arceto aulaL’amministrazione comunale ha deciso di investire nel corso del 2013 tutte le risorse per la manutenzione negli edifici scolastici del territorio che necessitavano di interventi più urgenti. Gli interventi di manutenzione hanno interessato 8 edifici scolastici e nello specifico la scuola primaria di Ventoso con il trattamento delle parti in legno (lato sud e scala esterna), il  riordino coppi e linee vita, il rifacimento imbocchi dei pluviali e ripresa guaina ardesiata, la  sistemazione del giardino. Altri interventi nella scuola primaria di Arceto, intitolata il 12 ottobre scorso a Rita Levi-Montalcini, con la sostituzione della pavimentazione danneggiata, gli interventi idraulici, la tinteggiatura di tutto il piano terreno, aule e corridoi, la tinteggiatura esterna cancello ingresso, la sostituzione dei vetri danneggiati; e ancora la scuola primaria L.Spallanzani  con la sostituzione dei serramenti ed il tinteggio dell’ex guardiola a piano terreno recuperata ad aula interciclo, la messa in sicurezza della scala al piano terra, la scuola primaria di Pratissolo con il rifacimento delle converse ed imbocchi sul lato sud, il conseguente rifacimento degli intonaci esterni e tinteggi. Infine, la scuola primaria San Francesco con il rifacimento delle copertine dei muri perimetrali e degli scarichi degli spogliatoi della palestra, la motorizzazione di tutte le tapparelle delle porte finestre presenti nelle aule al piano terreno. Interventi importanti hanno interessato anche i servizi educativi per l’infanzia: al nido Girasole di Arceto è stata sostituita la vetrata del cortile interno, rifatto il bagno nella sezione piccoli, l’adeguamento degli scarichi della cucina e l’installazione di un nuovo lavello, lo spostamento delle prese corrente nel salone; alla scuola d’infanzia statale “I Gelsi” sono stati rifatti i canali di gronda e introdotta la motorizzazione di tutte le tapparelle delle porte finestre; alla scuola d’infanzia G. Rodari infine è stato sistemato un muro portante e messo in sicurezza il muro esterno che dà sull’ingresso della scuola.

Gli interventi sono stati resi possibili  grazie alla collaborazione fra ufficio tecnico comunale, Istituzione dei servizi educativi e la dirigenze scolastiche che hanno individuato insieme quelli ritenuti più urgenti.

L’amministrazione ha inoltre ottenuto sulla Legge 69/2013 “Disposizioni  urgenti per il rilancio dell’economia”, per la parte riguardante l’edilizia scolastica, un finanziamento di 22mila euro – pari alla metà dell’importo complessivo – per la sostituzione di tutti i corpi radianti della scuola secondaria M.M.Boiardo.

“Gli interventi di manutenzione ordinaria sono circa mille all’anno – ha ricordato l’assessore alla cura della città Stefano Giacomucci – e riguardano per l’80% azioni negli edifici scolastici: quelli menzionati sono ovviamente i più rilevanti. La cura e la sicurezza degli edifici scolastici rappresenta una delle priorità dell’amministrazione: per noi è prioritario che i bambini e i ragazzi possano andare a scuola in ambienti sicuri e confortevoli. Abbiamo per adesso risposto alle richieste più urgenti, sebbene siamo consapevoli che ve ne siano altre: è necessario che venga allentato il patto di stabilità, per favorire almeno quegli investimenti che vanno nella direzione della manutenzione degli edifici scolastici, perché la loro sicurezza deve essere una priorità per tutti. Noi continueremo il nostro sforzo: per quanto ci è possibile in queste condizioni di blocco degli investimenti, opereremo per migliorare la qualità degli edifici di tutte le scuole, sebbene siamo di fronte ad un quadro di risorse bloccate e comunque sempre più limitate, che va assolutamente superato”.

 

Questa voce è stata pubblicata in Notizie. Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.