Col progetto Dejavu donati nel 2013, 50 pc “come nuovi”

consegna pc media boiardo

Davvero operativo il progetto Dejavu nel corso del 2013: l’ultimo importante obiettivo conseguito in chiusura – attraverso il lavoro dei ragazzi diversamente abili delle coop Zorella di Puianello, Stradora e Odoardina di Scandiano e i volontari dell’associazione Onlus Credere per Vedere di Reggio Emilia – è stata la donazione di 17 computer ricondizionati alla Scuola Media Boiardo di Scandiano, avvenuta la scorsa settimana. I pc  verranno impiegati dai diversi docenti per l’utilizzo del registro elettronico, mentre altri 2 computer sono andati al Centro Diurno Handicap Adulto “Busetti” di Reggio Emilia, e saranno utilizzati per la comunicazione e la scrittura facilitata da parte degli utenti del centro, portatori di diverse abilità.

Durante il 2013 sono circa 50 i computer donati gratuitamente a scuole, enti e singoli cittadini in difficoltà economica, ricondizionati e riprogrammati con software opensource attraverso le attività di volontariato del Progetto Dejavu, che vede l’importante sostegno e promozione del Comune di Scandiano, da sempre molto sensibile alle realtà locali di volontariato e aggregazione sociale.

Considerate le numerose richieste pervenute da parte di altre scuole del comprensorio reggiano, il 2014 si prospetta come un anno di grande impegno per i ragazzi diversamente abili impegnati nelle attività di riciclo interne al laboratorio scandianese, gestito dai volontari di Credere per Vedere.

“L’amministrazione comunale ha creduto fin da subito in questo progetto – ha ricordato l’assessore alla cura della città Stefano Giacomucci – ci siamo impegnati per mettere insieme tutti i soggetti che hanno contribuito alla rimessa a nuovo dei pc, e abbiamo tracciato il percorso da seguire assieme alle coop coinvolte e all’onlus Credere per Vedere, nella convinzione che un progetto che coinvolga attività di riuso di materiale scartato, impiego diretto in questa attività di ragazzi con diverse abilità e donazione del prodotto funzionante a chi ne ha davvero bisogno, possa essere davvero un’opportunità intelligente e sostenibile, capace di portare benefici a tanti”.

Il Progetto Dejavu vede inoltre l’importante sostegno dei supermercati Conad di Scandiano e del CNA di Reggio Emilia; per ulteriori informazioni: www.facebook.com/progettodejavu e www.progettodejavu.blogspot.com

 

Questa voce è stata pubblicata in Notizie. Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.