“Europa per i cittadini” – A Scandiano il progetto “Back to the future”

Logo Back To The FutureIl progetto «Back to the future: on the trail of our European history» è stato finanziato dall’Unione europea nell’ambito del programma «Europa per i cittadini”

Applicabile all’Asse 2, Misura 2.1 “Gemellaggi di città

Partecipazione: il progetto ha consentito di riunire 102 cittadini, di cui 12 provenienti dalla città di Camariñas (Spagna), 12 dalla città di Daugavpils (Lettonia), 8 dalla città di Övertorneå (Svezia), 11 dalla città di Almansa (Spagna), 7 dalla città di Tubize (Belgio), 52 dalla città di Blansko (Repubblica Ceca).

Luogo/Date: l’incontro è avvenuto a Scandiano (Reggio Emilia, Italia) dal 18/03/2015 al 23/03/2013.

Descrizione succinta: In occasione delle ricorrenze del 50° anniversario del patto di gemellaggio con la città di Blansko (Rep. Ceca) e del 25° anniversario di quello con Almansa (Spagna), abbiamo voluto creare un’opportunità di riflessione sul significato odierno dei gemellaggi e sulla loro evoluzione dal secondo dopoguerra ad oggi. Scopo di questo progetto è la prevenzione della diffusione di un atteggiamento individualista e scettico nei confronti dell’UE promuovendo la comprensione che la storia “ufficiale” di questi 50 anni di Europa è, dopo tutto, molto più vicina alla nostra quotidianità di quanto si pensi. Pertanto, abbiamo ripercorso gli ultimi decenni non solo attraverso gli accadimenti della “grande storia”, o meglio della storiografia, ma anche incoraggiando tutti i cittadini partecipanti (sia locali che europei) a riportare alla luce i loro ricordi, in particolar modo quelli legati a particolari frangenti e/o esperienze europee. In altre parole, il progetto ha permesso il riaffiorare del vissuto e delle memorie collettive dal 1964 (anno in cui è stato firmato il gemellaggio con Blansko) ad oggi, in un’ottica che mantiene sì il legami con il passato, rappresentato dai tradizionali scambi di gemellaggio, ma che getta anche uno sguardo al futuro, specialmente alle numerose opportunità offerte dai progetti europei.
Il messaggio che il progetto ha trasmesso è che la storia europea è, in ultima analisi, fatta delle “piccole” storie ed esperienze di tutti i suoi cittadini, pertanto profondamente radicata nella realtà di ciascuno di noi, che siamo chiamati a ricoprire un ruolo attivo e deciso nel plasmare il futuro dell’UE.

Programma:
La giornata del 18/03/2015 è stata dedicata arrivo delle delegazioni, all’accoglienza ed alla sistemazione in famiglia.
La giornata del 19/03/2015 è stata dedicata all’approfondimento culturale della città ospite con visita alle evidenze architettoniche. A seguire è stato inaugurato il percorso “Back to the future: on the trail of our European history” con partecipazione di tutti gli ospiti europei e dei cittadini locali. Le descrizioni degli accadimenti, i racconti personali e le memorie, le immagini e gli oggetti sono stati spunto di riflessione, discussione e condivisione di pensieri ed esperienze. Presso al Circolo Al Ponte di Jano, invece, ha preso il via un laboratorio di street-writing che ha vistoo giovani artisti italiani e svedesi lavorare gomito a gomito per 4 giorni realizzando un’opera murale che esprime la fusione armoniosa tra le due culture.
La giornata del 20/03/2015 è stata dedicata alla conoscenza del territorio ospitante ed all’attività di socializzazione tra i partecipanti provenienti da svariati paesi così distanti e differenti tra loro. È stata organizzata una visita-studio alle città di Reggio Emilia e di Parma, con sosta presso l’Istituto alberghiero “A. Motti” che ha riportato la sua esperienza nell’ambito di numerosi progetti europei e che ha curato la preparazione dei pasti degli ospiti.
La giornata del 21/03/2015 è stata suddivisa in due momenti: nella mattinata si sono svolti alcuni workshop (temi: Europa, cucina, decorazioni artistiche tradizionali) presso la scuola M. M. Boiardo, cui hanno partecipato bambini, ragazzi ed adulti dai paesi partecipanti; nel pomeriggio, nel Salone d’Onore della Rocca dei Boiardo, si è svolta la conferenza “50 anni insieme: dal Muro alla smart Europe”, alla presenza di Patrizio Bianchi, Assessore alle politiche europee della Regione Emilia-Romagna, dell’On. Maino Marchi e del parlamentare ceco Ing. Lubomir Toufar. La sera si sono svolte performance teatrali e di danza presso il Centro Giovani a cura di alcune delegazioni di artisti e ballerini provenienti dai paesi partner. Oltre alle famiglie ospitanti, la serata è stata aperta a tutta la cittadinanza con ingresso gratuito.
La giornata del 22/03/2015 è stata dedicata alle celebrazioni del 50° anniversario del patto di gemellaggio tra le città di Scandiano e Blansko ed al 25° tra le città di Scandiano e Almansa. Alle celebrazioni hanno partecipato tutte le delegazioni dei paesi partner di progetto poiché si è voluto condividere questo momento importante e significativo quale buon esempio di rapporti di amicizia tra popoli che hanno saputo evolversi nel tempo e rispondere a bisogni concreti delle persone.
La giornata del 23/03/2015 è stata dedicata alla visita di alcune scuole dell’infanzia scandianesi, vista la presenza di personale insegnante tra le delegazioni, e alla successiva partenza degli ospiti.

Il contenuto dell’esposizione verrà raccolto in una pubblicazione di prossima uscita. Per info: gemellaggi@comune.scandiano.re.it.

I video dell’evento sono disponibili su YouTube ai seguenti link:

Per le foto dell’evento clicca qui

Questa voce è stata pubblicata in Notizie. Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.