Stagione teatrale 2018-2019

La stagione teatrale 2018-2019 a cura di ATER- Associazione teatrale Emilia Romagna ha preso il via ufficialmente martedì 20 novembre e propone dieci spettacoli, otto di prosa, uno di danza contemporanea e un concerto gospel (fuori abbonamenoto) per un cartellone che saprà coniugare qualità e intrattenimento, linguaggi contemporanei, innovazione e tradizione.

Martedì 11 dicembre è in programma il prossimo spettacolo Il mio cuore è un palcoscenico vuoto nel quale una compagnia di attori non professionisti si avvicina a Frida Khalo, nell’ambito del progetto ‘Teatro e Salute Mentale’ della Regione Emilia Romagna. Il costo di questo spettacolo è di Euro 5.

Giovedì 20 dicembre grande protagonista sarà la musica con Christmas Joy il concerto di GB Choir & Orchestra che proporrà un vasto repertorio che spazia dal gospel tradizionale, al pop, al funky sino al rock. Il concerto è fuori abbonamento e il costo de biglietto di Euro 10.

Il 2019 si aprirà con Ecce Homo giovedì 17 gennaio, il nuovo spettacolo di Corrado Augias, si tratta di un’indagine sulla figura di Gesù Cristo negli ultimi giorni di vita, un Gesù legato alla terra e al tempo, sostenitore di un messaggio rivoluzionario.

Giovedì 7 febbraio si torna alla tradizione con L’abito nuovo unico sodalizio artistico tra Pirandello ed Eduardo messo in scena da Michelangelo Campanale.

Volto di questa nuova stagione, Angela Finocchiaro, sarà la protagonista di Ho perso il filo in scena giovedì 21 febbraio, una commedia, una danza, un gioco, una festa all’interno della quale una Finocchiaro inedita, si metterà alla prova in modo sorprendente con linguaggi espressivi mai affrontati prima, per raccontarci con la sua stralunata comicità e ironia un’avventura straordinaria, emozionante e divertente al tempo stesso: quella di un’eroina pasticciona e anticonvenzionale che parte per un viaggio, si perde, tentenna ma poi combatte fino all’ultimo.

Martedì 5 marzo Giuseppe Battiston in Churchill si calerà letteralmente nei panni del grande statista inglese indagando il mistero dell’uomo attraverso la magia del teatro, senza mai perdere il potente senso dell’ironia.

Ascanio Celestini giovedì 4 aprile con Pueblo continuerà il suo discorso sugli emarginati della società e sui più umili e dimenticati da tutti, famiglie e affetti compresi. I suoi racconti, sempre appassionati e travolgenti, cattureranno l’attenzione degli spettatori che in breve tempo si identificheranno con i soggetti raccontanti e con le loro disavventure e sofferenze.

Chiuderà la stagione, martedì 16 aprile, Kafka sulla spiaggia della compagnia di danza DaCru Dance Company proponendo la trasposizione danzata dell’omonima opera di Murakami Haruki, un geniale romanzo in cui si sviluppano due storie parallele, legate in maniera complessa da eventi fantastici e misteriose coincidenze.

Gli spettacoli iniziano alle ore 21, il costo è di Euro 18 (intero), Euto 16 (ridotto).

Diverse sono le forme di abbonamento possibili: Boiardo 8+1, è l’abbonamento all’intera stagione teatrale ed ha un costo di Euro 105 (intero) e Euro 85 (ridotto) oppure la formula Carnet 4, è l’abbonamento a 4 spettacoli a scelta per un costo unico di Euro 60.

Tutte le informazioni sugli spettacoli sono pubblicate sul sito www.cinemateatroboiardo.com

 

 

Questa voce è stata pubblicata in Notizie. Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.