Ondate di calore. Come affrontare il grande caldo

Persistono le alte temperature.
A tutti si raccomanda di evitare prolungate esposizioni al sole, specialmente nelle ore più calde, e di idratarsi adeguatamente.
Particolare attenzione va prestata alle fasce più deboli – anziani, bambini, cardiopatici – per evitare il rischio di colpi di calore.

Come riconoscere i sintomi di un colpo di calore?
Il primo sintomo è rappresentato da un improvviso malessere generale, cui seguono mal di testa, nausea, vomito e sensazione di vertigine, fino ad arrivare a stati d’ansia e stati confusionali, con possibile perdita di coscienza. La temperatura corporea aumenta rapidamente (in 10-15 minuti) fino anche a 40-41° C, la pressione arteriosa diminuisce velocemente, la pelle appare secca ed arrossata, perché cessa la sudorazione. Nei casi` più gravi può seguire un danno degli organi interni, che può portare alla morte.

Cosa fare per prevenire i colpi di calore?
Basterà seguire alcuni semplici accorgimenti

Come limitare il disagio
*
Bere molto e spesso (fino a due litri d’acqua al giorno) anche quando non si ha sete.
* Mangiare molta frutta e verdura; fare pasti leggeri.
* Vestirsi con abiti leggeri, di colore chiaro, non aderenti, di cotone, lino o comunque fibre naturali.
* Nelle ore più calde usare tende o chiudere le imposte.
* Fare bagni o docce con acqua tiepida.
* Stare il più possibile con altre persone.
* Passare più tempo possibile in ambienti con aria condizionata.
* Consultare il proprio medico prima di assumere integratori di sali minerali, se si assumono farmaci in maniera regolare.
* Pulire i filtri dei condizionatori periodicamente (sono un ricettacolo di polveri e batteri) e regolare la temperatura a 25/27 gradi, e comunque non troppo bassa rispetto a quella esterna.
* Se si è affetti da diabete o ipertensione o da altre patologie che implicano l’assunzione continua di farmaci, è importante consultare il proprio medico di famiglia per conoscere eventuali reazioni che possono essere provocate dalla combinazione caldo/ farmaco o sole/farmaco.

Cosa non fare
* Evitare di bere bibite gassate e contenenti zuccheri.
* Evitare di bere alcolici e caffè.
* Evitare di consumare cibi troppo caldi.
* Limitare l’uso del forno e dei fornelli.
* Evitare, per quanto possibile, di uscire tra le 12 e le 17.
* Evitare il flusso diretto di ventilatori o condizionatori e le correnti d’aria.
* Non lasciare mai nessuno, neanche per brevi periodi, in macchine parcheggiate al sole.
* Ridurre il più possibile l’utilizzo del pannolino per i bambini e degli analoghi presidi per gli anziani.

Speciale anziani
I Responsabili sanitari del territorio, sono pronti in caso di bisogno a fornire assistenza, sostegno e pronto intervento verso le categorie di cittadini a rischio.
Chiunque abbia necessità di inoltrare una richiesta di intervento può rivolgersi all’Area Anziani Unione dei Tresinaro Secchia Polo di Scandiano: tel. 0522/985866 oppure 0522/985860

Ministero della salute. Informativa ondate di calore.
Guida per i lavoratori
Anziani e il caldo – Informativa AUSL
Animali domestici il caldo e la salute

 

Questa voce è stata pubblicata in Notizie. Contrassegna il permalink.