I.M.U. 2013

Con l’atto di Consiglio Comunale n. 50 del 28.06.2013 avente ad oggetto “Approvazione del Bilancio di Previsione anno 2013” l’Amministrazione Comunale di Scandiano ha deliberato che le aliquote dell’Imposta Municipale Propria I.M.U. per l’anno 2013 sono mantenute nelle medesime misure definite per l’anno 2012 con la propria Deliberazione n. 31 del 27 marzo 2012.

Decreto Legge n. 102 del 31.8.2013 pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 204 del 31 agosto 2013 – supplemento ordinario n. 66 (già oggetto della sospensione disposta con D.L. 21 maggio 2013, n. 54):

  • ABOLIZIONE DEL VERSAMENTO PRIMA RATA
  • IMMOBILI NON COMPRESI NELL’ABOLIZIONE DEL VERSAMENTO PRIMA RATA

 ABOLIZIONE DEL VERSAMENTO PRIMA RATA

Per l’anno 2013  non è dovuta la prima rata dell’imposta municipale propria di cui all’articolo 13 del decreto legge 6 dicembre 2011, n. 201, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011, n. 214, per le seguenti categorie di immobili:

a) abitazione principale e relative pertinenze, esclusi i fabbricati classificati nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9;

b) unità immobiliari appartenenti alle cooperative edilizie a proprietà indivisa, adibite ad abitazione principale e relative pertinenze dei soci assegnatari, nonché alloggi regolarmente assegnati dagli Istituti autonomi per le case popolari (IACP) o dagli enti di edilizia residenziale pubblica, comunque denominati, aventi le stesse finalità degli IACP, istituiti in attuazione dell’articolo 93 del decreto del Presidente della Repubblica 24 luglio 1977, n. 616;

c) terreni agricoli e fabbricati rurali di cui all’articolo 13, commi 4, 5 e 8, del decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011, n. 214, e successive modificazioni.

IMMOBILI NON COMPRESI NELL’ABOLIZIONE DEL VERSAMENTO PRIMA RATA

A decorrere dal 1 gennaio 2013:

Come previsto dall’art. 1, comma 380, della legge 24 dicembre 2012 n. 228, è soppressa la riserva allo Stato della quota d’imposta (prevista per l’anno 2012 nella misura dello 0,38 per cento) per tutti gli immobili diversi dall’abitazione principale e relative pertinenze, nonché per i fabbricati rurali ad uso strumentale.

E’ riservato allo Stato il gettito dell’IMU derivante dagli immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale D, calcolato ad aliquota standard dello 0,76 per cento.

E’ riservato al Comune il gettito dell’IMU derivante dagli immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale D, calcolato ad aliquota dello 0,10 per cento.

Per i fabbricati classificati nel gruppo catastale D il  moltiplicatore è elevato a 65, ad eccezione dei fabbricati classificati nella categoria catastale D/5 (Istituti di credito, cambio ed assicurazione), per i quali il moltiplicatore rimane 80.

Scadenze

prima rata:  entro il 17 giugno, metà dell’importo dovuto per l’anno 2013, calcolato sulla base delle aliquote approvate con deliberazione consiliare n. 22 del 26 giugno 2012

seconda rata:  entro il 16 dicembre, seconda metà dell’importo dovuto, con eventuale conguaglio.

I.M.U. 2013 – Pagamento MINI-IMU

Con il Decreto Legge n. 133 del 30.11.2013 è stata definitivamente stabilita l’abolizione dell’IMU dovuta per l’abitazione principale e per le relative pertinenze, ma soltanto nei comuni che abbiano mantenuto l’aliquota base pari al 4 per mille.
I contribuenti dei Comuni che hanno fissato un’aliquota maggiore sono invece tenuti al versamento di una quota pari al 40% della differenza tra l’aliquota deliberata e quella base stabilita dal legislatore.
Nel Comune di Scandiano, che ha fissato un’aliquota pari al 4,8 per mille,i contribuenti sono tenuti al versamento di una somma pari al 40% dell’0,8 per mille.
Tale versamento andrà effettuato entro il 24 gennaio 2014 utilizzando il Modello F24 e il relativo codice tributi 3912.

Chi deve pagare
I Contribuenti di SCANDIANO che si trovano nelle seguenti categorie di immobili dovranno versare il 40% della differenza tra l’imposta  calcolata con le aliquote di base stabilite dallo stato e  l’imposta calcolata con  le aliquote deliberate dal Comune di SCANDIANO anno 2013, tenendo conto delle detrazioni spettanti.
La detrazione per l’abitazione principale  (200 euro) e i figli conviventi minori di anni 26  (50 euro per ogni figlio)  del Comune di SCANDIANO  sono le medesime di quelle stabilite dallo stato.

Categorie di immobili assoggettati a MINI-IMU e aliquote

Come si paga
Il pagamento deve avvenire utilizzando il modello F24.
Come compilarlo: Codice catastale: I496
Codice tributo abitazione principale: 3912
Codice tributo terreni: 3914
Saldo: barrato

Sul sito web del Comune di Scandiano http://www.riscotel.it/calcoloimu2013/?comune=I496 è disponibile il calcolo on-line e la stampa del Modello F24 compilato per il pagamento della MINI IMU 2013.

I codici per il versamento sono i seguenti (I496 comune di Scandiano):

3912 – quota COMUNE: abitazione principale e relative pertinenze

per gli immobili classificati nelle categorie catastali A/1 A/8 A/9

3914 – quota COMUNE: terreni

3916 – quota COMUNE: aree fabbricabili

3918 – quota COMUNE: altri fabbricati

3925 – quota STATO: immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale D

3930 – quota COMUNE incremento: immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale D

Guida all’IMU 2013 (aggiornata al 23/05/2013)

Circolare del Ministero per IMU 2013

Aree collinari svantaggiate

Aree fabbricabili

Delibera determinazione aliquote IMU 2012

Delibera approvazione regolamento IMU

Istruzioni Dichiarazione IMU

Modello Dichiarazione IMU

Regolamento IMU

Modulistica IMU

Calcola l’IMU

 

I commenti sono chiusi.