Tubize – Belgio

 

Michel_JANUTH

 

 

 

 

Il Sindaco – Michel JANUTH

Dopo il 1° gemellaggio con la città di Blansko (Rep.Ceca), nel 1974 prende più consistenza l’idea di un gemellaggio con altri paesi.
Grazie ai contatti di un gruppo di emigrati di Tubize (Belgio), appassionati del gioco bocce. I rapporti tra la Provincia di Reggio e il Comune di Tubize attraverso questo gioco popolare, hanno infatti permesso la conoscenza e i primi contatti con il Ns. Comune che ha visto molti cittadini emigrare a Tubize.

Così nella primavera del 1975 alla presenza del Sindaco di Tubize Henry Deryck e Ivan Basenghi Sindaco di Scandiano, venne firmato il patto di gemellaggio fra le due città. E’ l’anno che pur vivendo esperienze molto diverse sia di costume, mentalità e condizioni di vita fra Tubize – Blansko – Scandiano, si è riusciti ad interessare e coinvolgere più famiglie a collaborare con il Comitato, superando non poche reticenze e pregiudizi, non ultimo quello della lingua.
Tubize, Paese del Brabant wallon è situato a 6 km. da Halle e 25 km. da Bruxelles. L’origine del suo nome proviene da “Twee Beken” due rive. Tubize è alla confluenza di due corsi d’acqua, la Senna, con la sua verde valle e la capricciosa piccola Sennette.
La località raggruppa 4 villaggi: Tubize, Clabecq, Oisquercq e Saintes. Attualmente conta 21.000 abitanti. Tubize è originariamente una località essenzialmente agricola, ne sono a testimonianza le numerose fattorie “Ferme Neuve Cour”, “Del Val (Tubize) de Fiandre”, “Grande Cense” (Clabecq).
Attualmente Tubize è un importante centro commerciale ed industriale, piacevolmente percorso da antiche testimonianze storiche come la Chiesa di Santa Gertrude, la Chiesa di S.Martino e il Castello di Clabecq.
La Chiesa di Santa Gertrude (Grand Place de Tubize), servita da rifugio in caso d’invasione, risale al 1235 a chiesa primitiva era probabilmente di epoca compresa tra il VIII° e il IX° secolo. Da notare la torre massiccia fiancheggiata da contrafforti e forata da feritoie. Le navate sostenute da eleganti colonne di pietra blu producono una certa maestosità.

In prossimità della chiesa, possiamo vedere la Maison Comunal – costruita tra il 1890-1892 dal progetto dall’architetto bruxellese Léon Govaerts.
Il Museo della Porta, fondato nel 1968 realizzato nei locali di un’antica fattoria di stile spagnolo, conserva varie collezioni permanenti incentrate sulla storia locale, il folklore, le industrie, i tesori parrocchiali. Sono organizzate al suo interno esposizioni d’arte che attirano numerosi visitatori. Esplorando i dintorni, si può vedere un autentico calvario bretone, molto raro in queste regioni, del 1758, che adorna la splendida cornice della porta dell’antico cimitero. La chiesa circolare de “la Bruyère” d’un modernismo particolarmente audace. Fu uno dei primi santuari del Belgio ad adottare le nuove regole in materie di architettura religiosa, essendo l’interno volutamente spoglio da ogni ornamento.
All’ingresso di Saintes, si innalza il Mulino d’Hondzocht, classificato monumento, costruito all’inizio del XIX secolo.

In una cornice magnifica e selvaggia si possono scoprire gli stagni di Coeurcq , paradiso per i pescatori e la cascata naturale che cade da un altezza di mt. 7,80. Questa cascata è una delle meraviglie più conosciute di Tubize.
Il Comune di Tubize è gemellato con il ns. Comune e con i Comuni di:
Mirande – Francia
Korontal – Germania

Link utili
www.tubize.be

 

I commenti sono chiusi.