Il voto cittadini italiani residenti all’estero o, temporaneamente all’estero

Cittadini italiani residenti nei Paesi UE che desiderano votare all’estero

  1. I cittadini italiani iscritti all’AIRE e che non hanno optato per il voto a favore dei candidati locali possono votare automaticamente per i rappresentanti italiani. Gli elettori riceveranno a casa, da parte del Ministero dell’Interno italiano, il certificato elettorale con le indicazioni per il voto.
  2. I cittadini italiani residenti in un Paese UE per motivi di studio o di lavoro, nonché i famigliari conviventi, possono votare per i rappresentanti italiani presentando entro il 7 marzo 2019 all’ufficio Consolare competente apposita domanda diretta al Sindaco del Comune di iscrizione elettorale. Gli elettori riceveranno a casa, da parte del Ministero dell’Interno italiano, il certificato elettorale con le indicazioni per il voto.
    Per ulteriori informazioni consultare il sito Internet del Consolato italiano competente.

Cittadini italiani residenti nei Paesi UE che desiderano votare in Italia

I cittadini italiani che sono permanentemente residenti in un Paese UE e iscritti all’AIRE (Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero) e che desiderano votare in Italia devono presentare apposita richiesta al Sindaco del Comune italiano nelle cui liste elettorali sono iscritti, entro e non oltre il 25 maggio 2019, giorno precedente le elezioni in Italia

Cittadini italiani residenti in un Paese non membro dell’Unione Europea

 I cittadini italiani residenti nei Paesi non membri dell’Unione Europea possono votare per i rappresentanti italiani al Parlamento Europeo presso il Comune di iscrizione elettorale in Italia. A tal fine, entro il ventesimo giorno successivo a quello della pubblicazione del decreto di convocazione dei comizi elettorali, riceveranno dal Ministero dell’Interno apposita cartolina avviso.

Ulteriori e più dettagliate informazioni sul sito del Ministero degli esteri
e anche, sempre sullo stesso sito