Emergenza COVID

Informazioni sui provvedimenti
Tutte le informazioni, a seguito delle disposizioni nazionali e regionali sono disponibili sul sito del Governo e della Regione Emilia Romagna
www.governo.it/it/coronavirus
www.regione.emilia-romagna.it/coronavirus
Lo stato di emergenza è prorogato fino al 30 aprile 2021 dal Decreto legge 14 gennaio 2021, n. 2

Il Decreto-Legge n. 2 del 14 gennaio 2021 e il DPCM del 14 gennaio 2021 hanno definito le misure valide dal 16 gennaio al 5 marzo 2021.
Resta in vigore il sistema di classificazione delle regioni per fascia di rischio (rossa, arancione, gialla), con l’introduzione di un’ulteriore fascia bianca.

L’ordinanza del Ministro della Salute ha confermato per l’Emilia-Romagna lo scenario di rischio corrispondente alla ZONA ARANCIONE

Spostamenti

  • Dalle 5 alle 22 sono consentiti gli spostamenti solo all’interno del proprio Comune
  • È possibile fare visita a parenti o amici, una volta al giorno (solo all’interno dello stesso Comune), al massimo in 2 persone (sono esclusi dal conteggio i minori di anni 14 e disabili non autosufficienti).
  • Dalle 22 alle 5 sono consentiti gli spostamenti solo per motivi di lavoro, salute o necessità.
  • Sono sempre vietati gli spostamenti verso altri Comuni e altre Regioni, salvo quelli per motivi di lavoro, salute e necessità.
  • Solo per i Comuni con meno di 5.000 abitanti, sono possibili spostamenti anche fuori comune, entro 30 km dal confine e con divieto di recarsi nei capoluoghi di provincia.

Ristorazione

  • Le attività di ristorazione (ristoranti, gelaterie, pasticcerie, ecc) sono aperte esclusivamente per la vendita da asporto, consentita dalle 5.00 alle 22.00
  • Nei bar e altri servizi simili (con codice ATECO 56.3 e 47.25), l’asporto è consentito fino alle 18.
  • È sempre consentita la consegna a domicilio, senza limite di orario.
  • Attività commerciali
    Nei giorni feriali tutti i negozi sono aperti.
  • Nei giorni festivi e prefestivi chiudono i negozi all’interno di centri e gallerie commerciali, ad eccezione di: farmacie, parafarmacie, presidi sanitari, punti vendita di generi alimentari e prodotti agricoli e florovivaistici, tabacchi, edicole e librerie.

Scuole

  • Da lunedì 18 gennaio, le scuole superiori riprendono la didattica in presenza per almeno il 50% degli studenti e fino ad un massimo del 75%.
  • Resta sempre garantita l’attività in presenza per l’uso dei laboratori e per alunni con disabilità o bisogni speciali.

Sport

È possibile fare attività motoria (almeno 1 metro di distanza) o sportiva (almeno 2 metri di distanza) individuale solo all’interno del proprio Comune.
Restano sospese le attività di palestre, piscine, centri natatori

 

Le misure nei giorni di zona arancione